Dominio vecchio fa buon SEO

Ecco l’ennesima conferma di quanto conta il fattore anzianita’ di un dominio per Google, per il posizionamento sui motori di ricerca. Quando dico conferma, non affermo di aver scoperto l’acqua calda, ma semplicemente contribuisco a diffondere in rete consigli basati su esperienza personale di SEO. Parliamo di turismo ovviamente e di prenotazione online.

“Tre anni fa mi è stato commissionatoil sito di Villa Wilson, un bed and breakfast graziosissimo nella zona cassia parioli: L’obiettivo era quello di rifare un sito nuovo e ben ottimizzato per i motori di ricerca con parole chiave forti come roma b&b, dove la concorrenza è spietata.”

A distanza di 2 anni il sito, riprogettato completamente e ottimizzato per i motori di ricerca, ha avuto una crescita ed un aumento della visibilità su google, lenta ma “inesorabile”.

Il dominio è del 2001 ma Google per tanti anni lo ha tenuto nascosto e nell’ombra. La nuova versione progettata da me, ha permesso di dare un nuovo sprint sulle serp+ importanti (b&b roma) e attulmente occupa la terza pagina su Google.

Questo è il momento in cui un SEO deve proprio attaccare, ed è proprio a questo punto della crescita che ci si rimbocca le maniche e si agisce con cautela nella ricerca di link pertinenti, e alla crescita della link popularity. La terza pagina a mio avviso, rappresenta una specie di “purgatorio” o di “opportunità” di arrivare in seconda e successivamente in prima pagina di Google, ma sempre con molta molta cautela.

Sicuramente tra i fattori che permettono questi pseudo miracoli è di fondamentale importanza l’anzianità e la stabilità di un dominio.

Un dominio vecchio è come un buon vino invecchiato!

Pino

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *